Dipartimento di Scienze della Formazione



Bacheca personale della Prof.ssa MARINA D'AMATO






"Almeno Credo" di Gualtiero Pierce - 27 aprile 2017



Si invitano tutte le studentesse e tutti gli studenti a prendere parte alla visione del film "Almeno credo" di Gualtiero Pierce, il giorno 27 aprile 2017, ore 14.00, aula 9.
In allegato, troverete la locandina della proiezione.


Indice: Avvisi - Lezioni

Pubblicato il: 26/04/2017 Autore: MARINA D'AMATO

26/04/2017 Locandina Altri files - Altro


Lezione annullata - 24/04/2017



Si comunica che la lezione di Sociologia dell'educazione e dell'infanzia prevista in data 24/04/2017 è da considerarsi annullata.

Indice: Avvisi - Lezioni

Pubblicato il: 21/04/2017 Autore: MARINA D'AMATO

Nessun file allegato per questo messaggio.


Rinvio lezione 13/04/2017 - Sociologia dell'educazione e dell'infanzia





Si comunica a tutte le studentesse e a tutti gli studenti che la lezione in oggetto  non avrà luogo.


Cordialmente,

Marina D'Amato


Indice: Avvisi - Lezioni

Pubblicato il: 11/04/2017 Autore: MARINA D'AMATO

Nessun file allegato per questo messaggio.


Programma di Sociologia dell'Educazione e dell'Infanzia 2016/2017



Sociologia dell’educazione e dell’infanzia 2016 - 2017

Lo scopo del corso è quello di individuare i tratti che caratterizzano la cultura e la società dell’infanzia. Verranno prese in considerazione le idee, le rappresentazioni sociali che definiscono il mondo dei bambini al fine di predisporre una mentalità e una prassi capace di cogliere la centralità dell’infanzia in ogni cultura.
Il corso verrà articolato in tre parti: nella prima, storica, verrà ripercorsa la storia dell’infanzia in occidente e nel mondo (Stati Uniti, Giappone e Cina) al fine di sottoporre agli studenti la dimensione culturale della condizione infantile; nella seconda parte verranno presi in esame gli ambiti in cui l’infanzia agisce: la famiglia, la scuola, il gruppo dei pari, il contesto culturale e sociale; – sarà considerato con particolare attenzione il processo di socializzazione all’interno del dibattito tra natura e cultura fino all’individualizzazione del sé; – verranno esaminati i giochi e i consumi culturali, mediatici e non come ambiti privilegiati della ricerca empirica sul tema. Nella terza parte verranno prese in esame le metodologie più adatte all’analisi dell’infanzia, sia quantitative che qualitative.
 
 Testi
1)   Marina D’Amato, Ci siamo persi i bambini, Laterza, Roma
 
2)   Marina D’Amato, Per una sociologia dell’educazione e dell’infanzia, dispense 2016, Roma (in vendita presso la libreria Libropoli - Via Giulio Rocco, 25)
 
 3) Marina D’Amato, Telefantasie, (primi 4 capitoli) Franco Angeli, Milano

4)  Un testo a scelta tra:
Marina D’Amato, Musei e identità sociale, Le Lettere, Firenze
Marina D’Amato, Immaginario e satanismo, Universitaria, Pavia
Milena Gammaitoni, Storie di vita di artiste europee, dal medioevo alla contemporaneità, Cleup, Padova
Marina D’Amato, Ragioni e Sentimenti, (parte in italiano), RomaTrE-Press, Roma, 2016


Durante il corso saranno previsti gli interventi di:
 
6 marzo Letizia Quaranta Learn with Mummy
13 marzo Prof.ssa Anna Oliverio Ferraris Giocare in città. Perchè e come favorire i giochi spontanei dei bambini
16 marzo Elisa Amoruso Film “Fuoristrada” e dibattito rapporti padri-figli
23 marzo Istituto di Studi sulla Paternità I° Rapporto sulla paternità in Italia
27 marzo Prof.ssa Milena Gammaitoni  
30 marzo Katiuscia Carnà  
3 aprile Maurizio Quilici Padri in evoluzione: dal paterfamilias al "mammo"
6 e 10 aprile Prof.ssa Doris Bühler-Niederberger University of Wuppertal
27 aprile  Gustavo Pierce Almeno credo
4 maggio Alessia Lirosi Libere di sapere. Il diritto delle donne all'istruzione dal Cinquecento al mondo contemporaneo
8 e 11 maggio Valeria Viganò Laboratorio di scrittura
 
 



Indice: Didattica - Programmi

Pubblicato il: 31/03/2017 Autore: MARINA D'AMATO

Nessun file allegato per questo messaggio.


Padri che cambiano - 1° Rapporto sulla Paternità



In seguito all'incontro del giorno 23 marzo 2017, si pubblica in allegato, il 1° rapporto sulla Paternità - Padri che cambiano.

 


Indice: Didattica - Materiale didattico

Pubblicato il: 31/03/2017 Autore: MARINA D'AMATO

31/03/2017 Padri che cambiano - 1° Rapporto sulla Paternità Materiale didattico - Dispense


Convengo "PADRI CHE CAMBIANO"



                                                                                                                
  




PADRI CHE CAMBIANO

1° RAPPORTO SULLA PATERNITA’ IN ITALIA

Giovedì 23 marzo 2017, ore 14.00
Via Principe Amedeo 184, II piano aula 9 - Roma




Indirizzo di saluto

Prof.ssa Lucia Chiappetta Cajola
Direttrice del Dipartimento di Scienze della Formazione


  Interventi

Prof.ssa Marina D’Amato
Dipartimento di Scienze della Formazione – Università degli Studi di Roma Tre
“Miti, tipi e stereotipi della paternità”

Dott. Maurizio Quilici
Presidente dell’Istituto di Studi sulla Paternità
“La rivoluzione della paternità. Il punto dolente della separazione”

Dott.ssa Linda Laura Sabbadini
Dirigente Istat
“Luci e ombre della trasformazione paterna”

Dott. Arnaldo Spallacci
Sociologo ISP Bologna
“Uomini e padri al di là della crisi”

Dott.ssa Annina Lubbock
Sociologa delle pari opportunità
“Congedi e paternità: iniziative europee”

Prof. Marco Deriu
Sociologo - Università di Parma
“Né assente né mammo: l’invenzione sociale di nuove paternità”






Ha collaborato al rapporto: Dott. Edmondo Grassi

Si ringrazia l’ISTAT per i dati forniti.
Sono stati chiesti crediti formativi per avvocati, psicologi e studenti


Indice: Avvisi - Lezioni

Pubblicato il: 14/03/2017 Autore: MARINA D'AMATO

14/03/2017 Locandina Altri files - Altro


Rinvio lezione 09/03/2017 Sociologia dell'Infanzia e dell'Educazione - Sociologia Generale



Si comunica a tutte le studentesse e a tutti gli studenti che le lezione dei corsi in oggetto del giorno 09/03/2017 non avranno luogo.
Sono rinviate al giorno 13/03/2017.

Cordialmente,

Marina D'Amato


Indice: Avvisi - Lezioni

Pubblicato il: 08/03/2017 Autore: MARINA D'AMATO

Nessun file allegato per questo messaggio.


Lectio Magistralis Franco Ferrarotti



90 anni di Franco Ferrarotti 
12 Aprile 2016 Lectio Magistralis, ore 11.00 Crisi, ripresa e trasfigurazione della sociologia oggi  
Incontro dei sociologi, ore 12.00  
Aula 1, Piazza della Repubblica, 10 


Indice: Avvisi - Lezioni

Pubblicato il: 06/04/2016 Autore: MARINA D'AMATO

06/04/2016 Ferrarotti Materiale didattico - Dispense


Lezioni del 12 e 14 aprile



La Lezione del 12 aprile si terrà in aula 1 Piazza della Repubblica 10, ore 11.00 per la Lectio Magistralis di Franco Ferrarotti.
La lezione del 14 aprile si terrà in Aula Volpi, Via Milazzo, 11, dalle ore 10.00, per la Giornata di studio su Le Compositrici.


Indice: Avvisi - Lezioni

Pubblicato il: 05/04/2016 Autore: MARINA D'AMATO

Nessun file allegato per questo messaggio.


Festival e Giornata di studio Compositrici 14.16.17 aprile





Le Compositrici 



Le Compositrici Testaccio Classica


















Giovedì 14 aprile 2016



Giornata di studio Le Compositrici - ore 10/14


Ideazione e coordinamento scientifico: Barbara De Angelis, Milena Gammaitoni 



Dipartimento di Scienze della Formazione - Università degli Studi Roma Tre 

Aula Volpi, Via Milazzo, 11-b



Festival presso il Teatro Palladium 16 e 17 aprile,

Studenti biglietto 5 euro




 

Saluti

Lucia Chiappetta Cajola, Direttrice del Dipartimento Scienze della Formazione

Maddalena Deodato, Consiglio Direttivo della Scuola Popolare di Musica di Testaccio

Livia Capasso, Associazione Toponomastica Femminile

 

Introduce

Barbara De Angelis, Università Roma Tre

 

Presiede

Marina D’Amato, Università Roma Tre

Luca Aversano, Università Roma Tre, Il ruolo della musica nell’istruzione delle donne

Claudio Vedovati, Scuola Popolare di Musica di Testaccio, Suoni, relazioni e libertà femminile. Come il senso della differenza tra i sessi cambia il nostro modo di pensare e fare musica

 



Letture da “Le voci delle compositrici 

a cura degli studenti del Master
 “I Percorsi dello storytelling.Teorie, tecniche e contesti delle narrazioni” Roma Tre



 


Orietta Caianiello, Conservatorio N. Piccinni, Bari, Le musiciste in Europa dal Settecento al primo Novecento. Il progetto “l’Ombra Illuminata”

Milena Gammaitoni, Università Roma Tre, Prospettive sociologiche nelle storie di vita delle compositrici. La storia emblematica di Francesca Caccini

Francesca Pellegrini, Scuola Popolare di Musica di Testaccio, “Musighynè”, come quando si accende la luce





Performance

a cura degli studenti del Master “Pedagogia dell’Espressione.

Teatro, danza, musica, arte, sport: educazione”, Roma Tre



 

Raffaele Pozzi, Università Roma Tre, Identità complesse: l'itinerario di Kaija Saariaho

Eugenio Colombo, Conservatorio di Santa Cecilia,  Mauro Zennaro, Liceo Scientifico Primo Levi, Le donne nel blues





Kay McCarthy

Parole e musiche di una trovatrice di oggi

 



Sabato 16 aprile 2016



Da Kassia a Isabella Leonarda - ore 18


Musiche di: Kassia, von Bingen, Boleyn, Casulana, Leonarda ed altre 



Ensemble In Taberna 

Stefania Lepore - voce, baglamash, santùr, percussioni

Massimo Muscatello - flauti dritti, viola da gamba, ance

Maria Chiara Rocchegiani - voce, Glockenspiel, percussioni

Gabriele Vallini - flauti dritti, dulcimer, gemshorn 



Mazag Duo & Bley re Wind - ore 20.30


Musiche di: Di Majo, Possenti, Bley, Aleotti, Jacquet De la Guerre, Strozzi 



Mazag Duo

Danielle Di Maio - sassofono

Gaia Possenti - pianoforte



Bley re-Wind

Caterina Bono - violino

Oretta Orengo - oboe, corno inglese

Teresa Spagnuolo - clarinetto e arrangiamenti

Cristina Majnero - clarinetto basso

Giuliana Pella - tastiere, trombone

Francesca Pellegrini - pianoforte


Domenica 17 aprile 2016



Compositrici americane contemporanee - ore 18


Musiche di: Elisenda Fabregas, Sylvie E. Hazlerig, Missy Mazzoli



Alessandra Finocchioli - flauto

Michele Cianfoni - violino

Yvonne Fisher - clarinetto

Patrizio la Placa - baritono

Paige Short - pianoforte

Andrea Fossà - violoncello

Elena Bianchi - tromba


Femmes mythologiques - ore 20.30


Le "femmes mythologiques" di Mel Bonis e Cécile Chaminade

Mélisande, Desdémona, Ophélie, Viviane, Phoebé, Salomé, Omphale, Terpsichore, Ondine...



Angela Annese e Orietta Caianiello - pianoforte

Proiezioni e letture



Nell'intervallo tra i concerti: proiezione video estratti da "Ildegarda, la Sibilla renana" di e con Cristina Borgogni - "Anna dei Pianoforti" con Anna Proclemer e Antonio Sardi de Letto (16 aprile); rappresentazione della pièce "Pericolosamente" di Eduardo de Filippo con Elena Stabile, Luca de Angelis e Luigi Biava (17 aprile)



Nel foyer del Teatro Palladium nei giorni 16 e 17 è allestita la mostra "Donne nelle Arti"a cura dell’Associazione Italiana di Toponomastica femminile.


Dove


Teatro Palladium - Università Roma Tre 

Piazza Bartolomeo Romano, 8 - Roma 



Ingresso


€ 10

€ 5 ridotto (soci della Scuola e studenti Università Roma Tre)



Informazioni


06.5750376


Prenotazioni


prenotazioneconcerti@scuolamusicatestaccio.it

360.1025779



Indice: Avvisi - Lezioni

Pubblicato il: 21/03/2016 Autore: MARINA D'AMATO

Nessun file allegato per questo messaggio.


17 marzo Convegno Modernità e Religione Giornata di studio in onore di Roberto Cipriani



   

 
Modernità e Religione
Convegno di studi in onore
di Roberto Cipriani
 
17 marzo 2016
Aula 1 Piazza della Repubblica, 10
10.00-14.00

 

 

 

 
 
 
 
10.00
Saluti
Lucia Chiappetta Cajola, Direttora del Dipartimento di Scienze della Formazione
 
Introduce Vittorio Cotesta, Università Roma Tre
 
 
Presiede Marina D’Amato, Università Roma Tre
 
Relazioni
 
Paolo De Nardis, Università La Sapienza, Conoscenza e legittimazione
Salvatore Abbruzzese, Università degli studi di Trento, La religiosità popolare
Consuelo Corradi, LUMSA, Valle Aurelia: la disgregazione di una comunità urbana
Vittorio Cotesta, Università Roma Tre, Gli studi di comunità: da Orune ed Episkepsi
Federico D’Agostino, Università Roma Tre, Nauhatzen: il pueblo solidale
Franco Garelli, Università di Torino, La religione diffusa
Enzo Pace,Università di Padova, Dalla religione diffusa alla religione oltre le frontiere
Costantino Cipolla, Università di Bologna,  L'approccio qualitativo
Francesco Faeta, Università di Messina, Per una sociologia visuale
Carmelina Chiara Canta, Università Roma Tre, La religiosità in Sicilia
 
13.00
Roberto Cipriani, Università Roma Tre,  Nuovi orizzonti per la sociologia


Indice: Avvisi - Lezioni

Pubblicato il: 04/03/2016 Autore: MARINA D'AMATO

Nessun file allegato per questo messaggio.


Sociologia Generale 2015-2016



Il corso intende ripercorrere storia, tearie e ricerche delle scienze sociali. Si tratterannoi questioni inerenti l' "Infanzia e i problemi sociali", come un tema che sottolinea e sintetizza il dibattito contemporaneo.  L'obiettivo sarà quello di analizzare diversi fatti sociali per offrire agli studenti l'opportunità di riconoscere le rappresentazioni sociali in sistemi di realtà, le condizioni di reale / virtuale, l'impatto dei media sulle azioni sociali. 

Manuale

Bagnasco, Cavalli, Sociologia generale, Il Mulino.

 

2 testo:

M. D’Amato, Ci siamo persi i bambini, Laterza, 2014

 

3 testo a scelta tra (qualsiasi edizione):
Max Weber, L'etica protestante e lo spirito del capitalismo

Emile Durkheim, La divisione del lavoro sociale

Herbet Marcuse, L'uomo ad una dimensione

Erving Goffman, La vita quotidiana come rappresentazione

Edgar Morin, I sette saperi necessari all'educazione del futuro

Michel Foucault, Sorvegliare e punire
Alain Touraine,  La globalizzazione e la fine del sociale. Per comprendere il mondo contemporaneo

 

4 testo a scelta tra:

M. D'Amato, Telefantasie, Nuovi paradigmi dell'immaginario, Franco Angeli, Milano, 2009
M. D’Amato, Museo e identità sociale. Proposte di mediazione culturale, Le Lettere, Florence 2011.

M. D’Amato, Finzione e mondi possibili. Per una sociologia dell’immaginario, Universitaria, Padua 2011.

M. D’Amato, I teleroi, Editori Riuniti, Rome, 1999.

M. Gammaitoni, Storie di vita di artiste europee, Dal medioevo alla contemporaneità, Cleup, 2013 (redazione@cleup.it)
M. Gammaitoni, Le arti e la politica, le risposte della sociologia, Cleup

 



Indice: Didattica - Programmi

Pubblicato il: 22/12/2015 Autore: MARINA D'AMATO

Nessun file allegato per questo messaggio.


Sociologia dell' Educazione e dell'infanzia 2015-2016



 

Sociologia dell’educazione e dell’infanzia 

Lo scopo del corso è quello di individuare i tratti che caratterizzano la cultura e la società dell’infanzia. Verranno prese in considerazione le idee, le rappresentazioni sociali che definiscono il mondo dei bambini al fine di predisporre una mentalità e una prassi capace di cogliere la centralità dell’infanzia in ogni cultura.

Il corso verrà articolato in tre parti: nella prima, storica, verrà ripercorsa la storia dell’infanzia in occidente e nel mondo (Stati Uniti, Giappone e Cina) al fine di sottoporre agli studenti la dimensione culturale della condizione infantile; nella seconda parte verranno presi in esame gli ambiti in cui l’infanzia agisce: la famiglia, la scuola, il gruppo dei pari, il contesto culturale e sociale; – sarà considerato con particolare attenzione il processo di socializzazione all’interno del dibattito tra natura e cultura fino all’individualizzazione del sé; – verranno esaminati i giochi e i consumi culturali, mediatici e non come ambiti privilegiati della ricerca empirica sul tema. Nella terza parte verranno prese in esame le metodologie più adatte all’analisi dell’infanzia, sia quantitative che qualitative.

 Testi

1)   Marina D’Amato, Si sono persi i bambini, Laterza, Roma

 

2)   Marina D’Amato, Per una sociologia dell’educazione e dell’infanzia, dispense 2013-2014, Roma

 

 3) Marina D’Amato, Telefantasie, (primi 4 capitoli) Franco Angeli, Milano

4)  Un testo a scelta tra:

Marina D’Amato, Musei e identità sociale, Le Lettere, Firenze

Marina D’Amato, Immaginario e satanismo, Universitaria, Pavia

Milena Gammaitoni, Storie di vita di artiste europee, dal medioevo alla contemporaneità, Cleup, Padova




Indice: Didattica - Programmi

Pubblicato il: 22/12/2015 Autore: MARINA D'AMATO

Nessun file allegato per questo messaggio.



Documenti

Home