Dipartimento di Scienze della Formazione



Bacheca personale del Prof. ALBERTO QUAGLIATA






tra una settimana ci vediamo ...



... EVVIVA!

carissime
(online, per ora, ancora tutte studentesse ...)

come sapete, il nostroprimo appuntamento in presenza è ci sarà mercoledì 6 in aula 11 dalle 14 alle 17

 

vi rinnovo l'invito a:

- presentarvi nel thread Raccontiamoci (grazie a Federica, Ilenia, Veronica, Alessia T, Camilla, Alessia V, Erika e Beatrice che lo hanno già fatto)

- scaricare e leggere il file pdf 15 Lavinia Bianchi ... che trovate in Documentazione del corso

 

inoltre, IMPORTANTE, vi do le date di alcuni appuntamenti importanti in presenza:

- mercoledì 20 e mercoledì 27 marzo dedichiamo i nostri incontri in presenza a Gregory Bateson, straordinario studioso del XX secolo: cercate IN TUTTI I MODI di essere presenti almeno una volta

- mercoledì 3 aprile vivremo un'avventura unica con ... ArteMigrante ... incuriositevi e, se potete, non mancate

 

un abbraccio

 



Indice: Avvisi - Lezioni

Pubblicato il: 27/02/2019 Autore: ALBERTO QUAGLIATA

Nessun file allegato per questo messaggio.


Mercoledì 6 ore 14 aula 11 - Inizio Corso Digital Storylearning



care studentesse e cari studenti

il corso Digital Storylearning inizia mercoledì 6 marzo alle ore 14 in aula 11
(tutte le lezioni si terranno il mercoledì dalle 14 alle 17 in aula 11)

 

per acquisire i 12 CFU previsti è necessario partecipare in maniere assidua e attiva alle attività formative online che si svolgeranno sulla piattaforma Mooodle (Formonline) del Dipartimento.

l'ambiante online del corso è già attivo: per accedervi, entrate in Formonline con le vostre credenziali GOMP e digitate la chiave di accesso
DSL2019

nel Forum è già aperto il thread Raccontiamoci: vi invitiamo (io, Chiara, Fabiola, Lavinia, Martina e Sharon) a presentarvi in maniera originale e generosa così da facilitare la costruzione di una accogliente comunità di apprendimento.

In Documentazione del corso sono già presenti alcuni materiali di lavoro: se vi va, cominciate a incuriosirvi su 15 Lavinia Bianchi Alberto Quagliata-2.pdf

Entro la fine di Marzo si costituiranno i gruppi di lavoro per la creazione dei Project Works (PW) che verranno presentati tra il 22 e il 29 Maggio

La partecipazione alle lezioni non è obbligatoria ma viene necessariamente richiesta la presenza del gruppo il giorno della presentazione del proprio PW.

Un caro saluto da Alberto Quagliata

e da Chiara, Fabiola, Lavinia, Martina e Sharon.

 

 



Indice: Avvisi - Lezioni

Pubblicato il: 20/02/2019 Autore: ALBERTO QUAGLIATA

Nessun file allegato per questo messaggio.


Corso Digital Storylearning - Lauree Magistrali - 2019



care studentesse e cari studenti

il corso Digital Storylearning. Narrazione e apprendimento inizierà a marzo 2019

la prima lezione in presenza si terrà mercoledì 6 marzo in aula 11 dalle 14 alle 17
(tutte le lezioni si terranno di mercoledì in aula 11 dalle 14 alle 17)


Obiettivi del corso


La cornice ecologica sollecitata dagli ambienti della formazione blended agita nel corso - che fanno riferimento ai paradigmi del costruttivismo socio-culturale e della complessità - individua nella costruzione condivisa del sapere la chiave del successo educativo-formativo di un percorso di apprendimento.
In particolare, il corso intende:

 

  • favorire un percorso di più ampia democratizzazione (intesa come effettiva fruibilità) dell’offerta formativa, includendo i molti studenti che non possono frequentare le lezioni per motivi lavorativi e personali: l’organizzazione blended del corso (con attività formative in presenza e attività formative online) permette infatti la partecipazione attiva di tutti i partecipanti alle attività didattiche. In un doppio legame virtuoso, si facilita la condivisione degli argomenti di studio e la preparazione a un uso consapevole ed etico della rete, in forte coerenza con quanto indicato dalla  Dichiarazione dei Diritti in Internet approvata dal Parlamento in data 28/07/2015, su proposta della Commissione per i Diritti e i Doveri in Internet: … le istituzioni pubbliche assicurino la creazione, l'uso e la diffusione della conoscenza in rete intesa come bene accessibile e fruibile da parte di ogni soggetto;

  • riflettere criticamente sulla tradizionale separazione tra le discipline: la costruzione di concetti e contenuti nuovi e la loro integrazione con quelli pregressi, appartenenti spesso a discipline diverse, è la strategia più efficace per lo sviluppo di nuova conoscenza e per una contaminazione fertile tra differenti strutture cognitive e modalità apprenditive; affinché ci sia apprendimento significativo è necessario che si realizzino contaminazioni di schemi cognitivi da una disciplina all'altra e da un vissuto emozionale ed esperienziale a un altro;

  • valorizzare la centralità della narrazione nei processi di apprendimento e promuovere competenze intorno al costrutto di pensiero narrativo: secondo una diffusa concezione dell’intelligenza (Gardner 1987; Bruner, 1991; Smorti, 1994), che ragiona sulla distinzione fra spiegazione e comprensione e tra epistemologia ed ermeneutica, la modalità conoscitiva prevalente nella vita sociale è il pensiero narrativo, e le strutture narrative sono gli strumenti principali attraverso i quali gli esseri umani comprendono la realtà e le danno forma, rendendola intelligibile e comunicabile. Raccontare è sempre raccontarsi, e la mente è fatta di storie: la struttura che connette gli elementi del reale percepibile è una rete di storie (Bateson); il racconto è una rappresentazione che connette, crea nessi;

  • fornire strumenti operativi per rendere digitali le storie narrate: progettare e realizzare Digital storytelling, con l’utilizzo della piattaforma Moodle del Dipartimento, dei forum tematici, del software Prezi e integrando modelli interattivi dai social network;

  • approfondire l'utilizzo delle storie di vita come strumento metodologico che trovi una naturale evoluzione nella narrazione digitale;

  • favorire l'acquisizione di competenze digitali per la realizzazione di percorsi di apprendimento fruibili nelle organizzazioni del lavoro pubbliche e private (equipe multidisciplinari, gruppi di lavoro) e nell’ambito delle comunità sociali (agenzie che si occupano di accoglienza per minori, case famiglia, educatori, assistenti sociali), per avvicinare chi apprende al mondo professionale post lauream.


Modalità e organizzazione didattica del corso

La modalità didattica proposta per lo svolgimento del corso è di tipo blended: si favorirà quindi un’integrazione virtuosa tra attività formative agite in presenza e attività formative sviluppate in Rete. Il modello didattico-formativo di riferimento è quello dell’I-learning, un modello operativo ispirato alla cornice metodologica del costruttivismo sociale e messo a punto anche attraverso le esperienze del “Laboratorio di I-learning e Digital Storytelling”. Progettando le attività formative online in coerenza con il modello dell’I-learning, la formazione blended intende valorizzare i suoi due momenti costitutivi, quello tradizionale in presenza e quello online: entrambi sono funzionali al perseguimento di obiettivi coerenti con la più generale impostazione costruttivista, e la loro interazione virtuosa costituisce un importante valore aggiunto. In presenza di ambienti esperienziali per la costruzione condivisa di elementi di conoscenza, come quelli resi possibili dalla piattaforma Moodle e dal software Prezi, e in coerenza con l’epistemologia socio-costruttivista, la proposta formativa assume un andamento circolare e reticolare. La formazione blended risulta particolarmente efficace per il contesto universitario, favorendo la partecipazione dei molti studenti che non possono frequentare le lezioni per motivi lavorativi e personali. La “formula” blended consente inoltre ai corsisti di avere tempi ampi e distesi per costruire una propria rete di significati coerente con le loro attitudini e le loro storie di vita e di partecipare a molteplici occasioni di confronto e condivisione con i docenti, gli I-tutor e i colleghi, opportunità che facilitano la costruzione di una solida relazione educativa e lo sviluppo di forme di apprendimento significativo.

Le attività didattiche saranno svolte nel II semestre, con 3 ore di lezione settimanali e la partecipazione per 10 settimane alle attività formative proposte sulla piattaforma Moodle del Dipartimento: tale partecipazione ATTIVA è necessaria per l'acquisizione dei 12 CFU previsti

 

Libro di testo e materiali di studio

 

A. Quagliata, I-learning. Storie e riflessioni sulla relazione educativa (Armando editore)

Saggi di Gregory Bateson, Sergio Manghi e altri autori del pensiero complesso (tali saggi saranno indicati durante lo svolgimento del corso e saranno accessibili sulla piattaforma Moodle del Corso)



Indice: Avvisi - Lezioni

Pubblicato il: 28/01/2019 Autore: ALBERTO QUAGLIATA

Nessun file allegato per questo messaggio.



Documenti

Home

file CV_Alberto_Quagliata (2017).pdf