Dipartimento di Scienze della Formazione



Prof.ssa MARINA D'AMATO



Vai alla Bacheca Personale del Docente >>

Informazioni personali
Qualifica Professore Ordinario
Settore Scientifico Disciplinare SPS/07
Tel Non indicato
Fax Non indicato
Cellulare aziendale 82319
Email marina.damato@uniroma3.it
Indirizzo Via Milazzo 11/B
Ufficio Stanza 16 terzo piano
Struttura/Afferenza Dipartimento di Scienze della Formazione
Funzione Collegio Dottorato TEORIA E RICERCA EDUCATIVA E SOCIALE
Collegio Dottorato PEDAGOGIA E SERVIZIO SOCIALE
Membro del Consiglio di Dipartimento
Altre Informazioni Curriculum vitae: visualizza






Marina D'Amato è professore ordinario presso la facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi Roma Tre, collabora e insegna in molte università estere, tra le quali la Paris V: René Descartes e alla Paris VIII: Vincennes. Si deve a lei l'introduzione in Italia dell'insegnamento di Sociologia dell'Infanzia.
 
È stata professore incaricato, dal 1977 al 1980, e professore associato, dal 1998 al 2001, nella facoltà di Lettere dell'Università degli Studi di Palermo. Diviene ricercatrice confermata nel 1981, presso l'Università degli Studi - Sapienza. Dal 1992 al 1996, è stata docente presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Dal 1987 al 1998, ha avuto la cattedra di Sociologia generale, presso l'Istituto Superiore per le Industrie Artistiche di Roma. Dal 2001, ottiene l'incarico di professore ordinario presso l'Università degli Studi Roma Tre.
 
Dal 2003, ha iniziato ad insegnare presso l' Università di Paris VIII Vincennes, dal 2005 presso l'Università di Paris V: René Descartes e, dal 2008, presso l'Università di Paris III: Sorbonne Nouvelle.
 
Ha tenuto corsi, seminari e condotto ricerche presso le seguenti istituzioni: Università di Montréal, New York University, Università Nazionale Autonoma del Messico, Columbia University, Università di Amsterdam, Università Cattolica di Lovanio, Université Libre de Bruxelles, Università Ludwig Maximilian, Università di Friburgo, Università di Losanna, Università di Lettonia, Università di Tallinn, Università di Vilnius, Università di Stoccolma, Università di Helsinki, Università Statale di Mosca, Università Statale della Moldavia, Università di Odessa, Università di Bucarest, Università di Budapest, Università di Dubrovnik, Università Aristotele di Salonicco, Università Nazionale Capodistriana di Atene, Università di Istanbul, Università di Tblisi, Università di Pechino, Università di Hong Kong, Università di Delhi, Università Imperiale di Tokyo, Università di Nagoya, Università della California, Università di San Francisco, Università di Tunisi, Università Mohammed V, Università del Cairo.
 
Collabora con istituti nazionali e centri internazionali sui temi della comunicazione, delle politiche culturali e delle relazioni sociali. Coordina i comitati Sociologie de l'enfance e recits, fiction et societé (GT12) dell'AISLF. Membro dell'AIS, membro direttivo della Fondazione Collodi e membro della Commissione UNESCO per l'integrazione sociale e per i beni immateriali.

Vai alla Bacheca Personale del Docente >>






Ultimi 3 avvisi pubblicati: (Clicca qui per visualizzare la bacheca completa)


Corso IMPARARE LA TV



Corso on-line
IMPARARE LA TV
Prof.ssa Marina D’Amato
 
Introduzione al corso on-line    
“Imparare la TV” è un corso di educazione alla fruizione televisiva, pensato per bambini e per ragazzi, perché imparino a guardare in libertà la televisione, oltre che per gli insegnanti e i genitori, che hanno il compito di sviluppare nei minori la formazione di una coscienza critica.
I contenuti sono qui analizzati nella cornice dei generi televisivi che, trattandosi di spettacoli per i minori, sono sintetizzabili nei filoni dell’informazione, dell’intrattenimento e della fiction. Per illustrare le fasi di costruzione della comunicazione televisiva, nei suoi vari aspetti, e la conseguente “manipolazione” dei dati grezzi, il telespettatore viene invitato a osservare quel che accade davanti, dentro e dietro il teleschermo.
Il corso “Imparare la TV” è articolato in 10 Video-lezioni.
 
Di seguito i link ai quali è possibile visualizzare e scaricare le video-lezioni on-line per uso personale ed esclusivamente a fini didattici*:
 
Video-Lezione n. 1 La distinzione tra fiction, intrattenimento e informazione
https://www.dropbox.com/sh/iz0znrsz0st6nm4/AAAydFSdVDfJxOBpAJAgQ8x8a?dl=0
 
 
Video-Lezione n. 2 La fiction come regno delle emozioni
https://www.dropbox.com/sh/zm15tqryu75wa2d/AAANSlwmfcHFAEyEu5902693a?dl=0
 
Video-Lezione n. 3 La serie e i serial 
https://www.dropbox.com/sh/vgf4letfgk44t6v/AADKr_1Ldk_ik-zEt28ZEuIXa?dl=0
 

Video-Lezione n. 4 La situation comedy
https://www.dropbox.com/sh/llbv4ywfbz738pl/AADxe_99_hhZf9Ala3-7zoa5a?dl=0
 

Video-Lezione n. 5 Viaggio nei cartoni animati
https://www.dropbox.com/sh/pb7rdffvpzrbnh9/AACsrauxUzC7szd8UviAfM05a?dl=0
 
 
 
Video-Lezione n. 6 L’informazione tra specchio e lente deformante della realtà
https://www.dropbox.com/sh/jj9bl8gltvdkehv/AAD3t2LKOn15PBZWcnrtfh0Ba?dl=0
 
 
Video-Lezione n. 7 I telegiornali e la globalizzazione dell’informazione
https://www.dropbox.com/sh/37nmei78zr451ui/AADZejH75Fgj8SbzX479FfPza?dl=0
 
 
Video-Lezione n. 8 La televisione come strumento di divulgazione del sapere
https://www.dropbox.com/sh/fxu7y3a5hgs9rfs/AADelv6x5jjtubo162kPXKUka?dl=0
 
 
Video-Lezione n. 9 Storia e caratteristiche del varietà
https://www.dropbox.com/sh/ntxsztpqchskpia/AAA9wsXxgsuHUpO0RLnC2rjta?dl=0
 
 
Video-Lezione n. 10 Struttura di un palinsesto e logiche della programmazione televisiva
https://www.dropbox.com/sh/co8ybdj88y3tu6u/AAAPLVMcA_8bbMq5qakguG34a?dl=0
 
 
* Avvertenze generali sulle condizioni d’uso delle risorse elettroniche coperte da copyright
La protezione del seguente materiale elettronico coperto da copyright prevede che il materiale, o qualsiasi sua parte non sia copiato, venduto o altrimenti distribuito ad eccezione di quanto consentito nelle avvertenze relative al copyright e alle condizioni d'uso definite da ciascun editore o dietro sua autorizzazione scritta. Tutti i diritti sono riservati. Il materiale è di proprietà degli editori ed è protetto dalle leggi di copyright nazionali e dai trattati internazionali. E' vietata la riproduzione, la distribuzione e la vendita del materiale elettronico o di qualsiasi sua parte ad eccezione dell'uso personale o interno e di quanto consentito nelle avvertenze relative al copyright e alle condizioni d'uso definite da ciascun editore. Qualsiasi riproduzione o uso non consentito costituisce una violazione dei termini e delle condizioni del contratto e può causare la cessazione del contratto. La violazione del copyright costituisce reato.
 
Agli studenti, in quanto utenti autorizzati, è consentito per uso personale a fini di studio:
Ø  far ricerca e visualizzare il materiale elettronico ottenuto come risultato di una ricerca;
Ø  salvare e scaricare i risultati della ricerca;
Ø  utilizzare parti del materiale a scopo didattico

Non è consentito:
Ø  diffondere in maniera sistematica il materiale in oggetto né sue componenti a persone o enti non autorizzati in nessuna forma.
 


Indice: Didattica - Programmi

Pubblicato il: 13/11/2017 Autore: MARINA D'AMATO

27/04/2016 video lezioni Imparare la TV Materiale didattico - Dispense


Ricevimento



Si comunica a tutte le studentesse e a tuti gli studenti che la prof.ssa D’Amato riceve tutti i martedì dalle ore 11.00 alle ore 13.00. Inoltre, si chiede, cortesemente, di inviare una e-mail di preavviso per conoscere le necessità relative al ricevimento (tesi, lezioni, testi, etc…). Qualora vi fossero variazione sull’orario si provvederà a comunicarlo, nel più breve tempo possibile, sulla bacheca digitale.

Indice: Avvisi - Ricevimento

Pubblicato il: 17/10/2017 Autore: MARINA D'AMATO

Nessun file allegato per questo messaggio.


Programma di Sociologia dell'Educazione e dell'Infanzia 2016/2017



Sociologia dell’educazione e dell’infanzia 2016 - 2017

Lo scopo del corso è quello di individuare i tratti che caratterizzano la cultura e la società dell’infanzia. Verranno prese in considerazione le idee, le rappresentazioni sociali che definiscono il mondo dei bambini al fine di predisporre una mentalità e una prassi capace di cogliere la centralità dell’infanzia in ogni cultura.
Il corso verrà articolato in tre parti: nella prima, storica, verrà ripercorsa la storia dell’infanzia in occidente e nel mondo (Stati Uniti, Giappone e Cina) al fine di sottoporre agli studenti la dimensione culturale della condizione infantile; nella seconda parte verranno presi in esame gli ambiti in cui l’infanzia agisce: la famiglia, la scuola, il gruppo dei pari, il contesto culturale e sociale; – sarà considerato con particolare attenzione il processo di socializzazione all’interno del dibattito tra natura e cultura fino all’individualizzazione del sé; – verranno esaminati i giochi e i consumi culturali, mediatici e non come ambiti privilegiati della ricerca empirica sul tema. Nella terza parte verranno prese in esame le metodologie più adatte all’analisi dell’infanzia, sia quantitative che qualitative.
 
 Testi
1)   Marina D’Amato, Ci siamo persi i bambini, Laterza, Roma
 
2)   Marina D’Amato, Per una sociologia dell’educazione e dell’infanzia, dispense 2016, Roma (in vendita presso la libreria Libropoli - Via Giulio Rocco, 25)
 
 3) Marina D’Amato, Telefantasie, (primi 4 capitoli) Franco Angeli, Milano

4)  Un testo a scelta tra:
Marina D’Amato, Musei e identità sociale, Le Lettere, Firenze
Marina D’Amato, Immaginario e satanismo, Universitaria, Pavia
Milena Gammaitoni, Storie di vita di artiste europee, dal medioevo alla contemporaneità, Cleup, Padova
Marina D’Amato, Ragioni e Sentimenti, (parte in italiano), RomaTrE-Press, Roma, 2016


Durante il corso saranno previsti gli interventi di:
 
6 marzo Letizia Quaranta Learn with Mummy
13 marzo Prof.ssa Anna Oliverio Ferraris Giocare in città. Perchè e come favorire i giochi spontanei dei bambini
16 marzo Elisa Amoruso Film “Fuoristrada” e dibattito rapporti padri-figli
23 marzo Istituto di Studi sulla Paternità I° Rapporto sulla paternità in Italia
27 marzo Prof.ssa Milena Gammaitoni Sociologia delle Arti
30 marzo Katiuscia Carnà Sociologia delle Religioni
3 aprile Maurizio Quilici Padri in evoluzione: dal paterfamilias al "mammo"
6 e 10 aprile Prof.ssa Doris Bühler-Niederberger University of Wuppertal
4 maggio Alessia Lirosi Libere di sapere. Il diritto delle donne all'istruzione dal Cinquecento al mondo contemporaneo
8  maggio Gustavo Pierce Almeno Credo
11-15 maggio Valeria Viganò Laboratorio di scrittura

 



Indice: Didattica - Programmi

Pubblicato il: 03/05/2017 Autore: MARINA D'AMATO

Nessun file allegato per questo messaggio.


Visualizza la bacheca completa