Dipartimento di Scienze della Formazione



Educatore professionale di comunità (EPC)



Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso di Laurea mira ad offrire allo studente conoscenze sia metodologiche che culturali e professionali caratterizzate da una formazione multi-disciplinare e interdisciplinare nei settori pedagogico, psicologico, sociologico, filosofico, giuridico, neuropsichiatrico, statistico-sociale e storico, oltre che linguistico-culturale, idonee a conoscere, valutare ed affrontare le problematiche proprie della formazione nelle società contemporanee avanzate, in ambito locale, nazionale, europeo e internazionale.
Si propone un percorso formativo impostato sulla connessione logica e scientifica dei contenuti culturali, integrato da esperienze professionalizzanti, che solleciti:

  • una cultura di base nelle scienze della formazione dell'infanzia e dell'adolescenza finalizzate ad acquisire competenze specifiche, saperi trasversali, metodi e tecniche di lavoro e di ricerca per gestire attività di apprendimento e interventi educativi nei servizi;
  • conoscenze teorico-pratiche per l'analisi della realtà sociale, culturale e territoriale;
  • competenze per elaborare, realizzare, gestire e valutare progetti educativi, al fine di rispondere alla crescente domanda educativa espressa dalla realtà sociale e dai servizi alla persona e alle comunità;
  • potenziare il significato educativo e formativo degli interventi centrati sulle individuali competenze comunicative e relazionali;
  • promuovere progetti socioeducativi come alternativi all'assistenza;

Il Corso si struttura in un primo anno di orientamento nel corso del quale, attraverso l'acquisizione di conoscenze di base di ordine teorico della pedagogia, della psicologia, della sociologia, della storia e della filosofia, delle neuroscienze, della giurisprudenza in materia di protezione dei minori, si mira a far acquisire allo studente i fondamenti teorici, metodologici e applicativi delle scienze dell'educazione. Negli anni successivi l'attenzione sarà rivolta ad incrementare le conoscenze dello studente nel campo proprio del Corso di Laurea attraverso l'approfondimento di queste conoscenze e attraverso attività esperienziali, di laboratorio e di tirocinio esterno presso istituzioni territoriali, pubbliche e private, che gestiscono e/o erogano servizi sociali e socio-sanitari previsti dalla legge 328/2000 quali case di detenzione per adulti e per minori, servizi impegnati nell'integrazione dei migranti e soprattutto dei minori non accompagnati, servizi di prevenzione di primo / secondo e terzo livello, associazioni di settore, associazioni educative, scuole, asili nido, case famiglia, centri di aggregazione giovanile, biblioteche, ludoteche, musei, centri di formazione professionale.
Oltre alle competenze nell'uso dei sistemi operativi propri delle nuove tecnologie e attinenti allo specifico campo dell'educazione, oltre alla pratica orale e scritta di due lingue straniere, obiettivo formativo qualificante del corso è dato dalla delineazione e dalla messa alla prova (con adeguate esperienze di tirocinio) di una figura professionale in grado di partecipare e collaborare, alla pari con altre figure professionali in possesso di titoli di laurea, alla realizzazione di servizi sociali, socio-educativi, formativi volti a ridurre le situazioni di disagio individuale e sociale e ad eliminare i rischi presenti nel territorio dovuti a carenze educative.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

Gli sbocchi occupazionali previsti dal Corso di laurea, ai sensi del DM 16 marzo 2007, sono in «attività di educatore e animatore socio-educativo nelle strutture pubbliche e private che gestiscono e/o erogano servizi sociali e Socio-sanitari (residenziali, domiciliari, territoriali) previsti dalla legge 328/2000 e riguardanti famiglie, minori, anziani, soggetti detenuti nelle carceri, stranieri, nomadi, e servizi culturali, ricreativi, sportivi (centri di aggregazione giovanile, biblioteche, mediateche, ludoteche, musei eccetera) nonché servizi di educazione ambientale (parchi, ecomusei, agenzie per l'ambiente, eccetera). Altri sbocchi occupazionali sono in attività professionali come formatore, istruttore o tutor nei servizi di formazione professionale e continua, pubblici, privati e del privato sociale, nelle imprese e nelle associazioni di categoria; come educatore nei nidi e nelle comunità infantili, nei servizi di sostegno alla genitorialità, nelle strutture prescolastiche, scolastiche ed extrascolastiche, e nei servizi educativi per l'infanzia e per la preadolescenza».
L'educatore professionale di comunità opera inoltre come:

  • promotore e organizzatore di attività di vita comunitaria per i gruppi che fruiscono di servizi sociali e socioeducativi
  • esperto di progetti, piani e interventi educativi destinati all'integrazione professionale, culturale e sociale in zone urbane a rischio, in strutture ed istituti educativi e assistenziali, in centri specializzati a carattere residenziale o diurno (centri sociali e ricreativi, punti di aggregazione);
  • educatore in grado di promuovere attività espressive presso centri formativi specializzati come asili, ludoteche, teatri, ecc.;
  • esperto del sistema integrato educativo e formativo nell'ambito delle relazioni internazionali, soprattutto per quanto attiene alla formazione, lo scambio e il confronto operativo con realtà europee;
  • promotore e organizzatore di interventi a sostegno delle famiglie per la rimozione e/o riduzione del disagio, del danno, del rischio di devianza, dei rischi connessi a situazioni problematiche;
  • esperto del sistema di monitoraggio degli interventi formativi per lo sviluppo della tutela della salute e dell'ambiente

Informazioni Utili

art.2 DM 544/07