Logo UniRomaTRE

Facolta' di Scienze della Formazione


Raffaele POZZI

e-mail rpozzi@uniroma3.it
Tel 06/57339257
Indirizzo: via Milazzo, 11 B – 00185 Roma

CURRICULUM VITAE

 

 

RAFFAELE POZZI, nato a Roma, si è diplomato in pianoforte nel 1980 e laureato in Lettere nel 1983 presso l’Università di Roma “La Sapienza” con una tesi sulla vita musicale del Conservatorio dei Poveri di Gesù Cristo nella Napoli del Seicento. Per le discipline musicologiche è stato allievo di Diego Carpitella, Fedele d’Amico, Nino Pirrotta.

Le sue ricerche, di carattere documentario e socio-storico sui Conservatori napoletani del Seicento sono state presentate in vari convegni scientifici internazionali (“La musica a Napoli durante il Seicento”, Napoli, 1985; “I francescani tra riforma e controriforma”, Assisi, 1985; il XIV Congresso dell’ International Musicological Society, Bologna, 1987).

Dal 1990 al 1993 ha studiato presso il King’s College della University of London (PhD in Historical Musicology) sotto la supervisione di Reinhard Strohm (Oxford University) . Fino al 1995 è stato poi membro dell’Institute of Advanced Musical Studies di Londra dove ha condotto ricerche, finanziate dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, sul Christ’s Hospital London.

Ha curato l’edizione italiana degli scritti di Edgard Varèse (Il suono organizzato, Milano, Unicopli-Ricordi, 1985), del volume di David Schiff, Elliott Carter, Napoli, ESI, 1990, degli scritti di Goffredo Petrassi (Scritti e interviste, Milano, Edizioni Suvini Zerboni, 2008) degli scritti di Giacomo Manzoni (Musica e progetto civile, Scritti e interviste (1956-2007), Milano, Ricordi-LIM, 2009. Per il volume petrassiano gli è stato conferito il Premio Feronia 2009 per la critica musicale. Ha inoltre pubblicato gli atti di rilevanti convegni internazionali (La musica come linguaggio universale.Genesi e storia di un’idea, Firenze, Olschki, 1990; Tendenze e metodi nella ricerca musicologica, Firenze, Olschki, 1995).

Ha collaborato con voci su autori del Novecento italiano al New Grove Dictionary of Opera (London, Macmillan, 1992) e con analogo compito al Grove Dictionary of Music and Musicians (London, Macmillan,2001) per la quale gli è stata affidata, in collaborazione con J. C.G. Waterhouse, la voce ‘Italy-XXth Century Music’.

Ha contribuito, con un articolo intitolato L’ideologia neoclassica, al volume sul Novecento dell’Enciclopedia della Musica, a cura di Jean-Jacques Nattiez (Torino, Einaudi, 2001).

Ha dedicato particolare attenzione nella sua attività scientifica centrata su ricerche storico-estetiche relative al Novecento alla figura e all’opera del grande compositore francese Olivier Messiaen, sul quale ha scritto un volume, il primo in lingua italiana, dal titolo Il suono dell’estasi. Olivier Messiaen dal ‘Banquet céleste’ alla ‘Turangalîla-Symphonie’ (Lucca, Libreria Musicale Italiana, 2002). Recentemente ha studiato il rapporto tra musica e visualità nella videoarte contemporanea, in particolare nell’opera di Robert Cahen (Convegni internazionali dell’IMS 2012 e della Fondazione Giorgio Cini di Venezia, 2013)

La sua produzione scientifica ha toccato questioni storico-estetiche riguardanti la musica sacra e liturgica tra Ottocento e Novecento (R. Pozzi, Il mito dell’antico tra restaurazione e modernità. Su alcune intonazioni ceciliane dell’Ave Maria e del Tantum Ergo nel secondo Ottocento, in Aspetti del Cecilianesimo nella cultura italiana dell’Ottocento, a cura di C. Ruini e M. Casadei Turroni Monti, Città del Vaticano, Libreria Editrice Vaticana, 2004); R. Pozzi, Liturgia d’arte o liturgia pop? La questione della musica contemporanea nel culto cattolico dopo il Concilio Vaticano II, «Musica e storia», XIII/3, 2005).

Ha svolto ricerche, tenuto corsi e conferenze presso istituzioni accademiche internazionali (Fondazione Paul Sacher di Basilea, King’s College di Londra, IRCAM di Parigi, Università di Atene, di Parigi, San Paolo del Brasile, San Pietroburgo  ecc.) e ha collaborato con numerosi periodici musicologici («Tempo» di Londra, «Nuova Rivista Musicale Italiana», «La Rivista Italiana di Musicologia», «Musica/Realtà», «Il Saggiatore musicale» ecc.) e vari enti ed associazioni musicali (RAI, Teatro La Scala, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Comunale di Bologna, Ravenna Festival ecc.).

Dal 2002 è membro del comitato direttivo del periodico musicologico «Il Saggiatore musicale».

E’ stato fondatore e direttore dell’Istituto di studi musicali “G. Petrassi”, fondatore  e coordinatore scientifico del Premio internazionale Latina di studi musicali. Dal 1983 è membro della direzione artistica degli Incontri Internazionali di Musica Contemporanea del Festival Pontino. Nel 2005 ha fondato presso l’Università degli Studi di Roma Tre la Rassegna di concerti e cultura musicale “MusicaInFormazione”.

Fa parte del collegio dei docenti del dottorato di ricerca in musicologia dell’Università di Roma “Tor Vergata”, del dottorato di ricerca in “Innovazione e valutazione dei sistemi di istruzione” dell’Università di Roma Tre, dell’Ecole Doctorale Internazionale in “Education, Communication, Culture” che vede consorziate le Università di Roma Tre, di Paris X-Nanterre, di Madrid “Carlos III”, di Berlino-Potsdam.

Dopo aver insegnato Storia della Musica in vari Conservatori italiani e Storia della Musica Moderna e Contemporanea presso il Dams dell’Università di Bologna, è attualmente docente di “Musicologia e Storia della Musica” e di “Pedagogia e Didattica della Musica” presso l’Università degli Studi di Roma Tre.


Pagine disponibili:


Rimani aggiornato con gli RSS